Prima della somministrazione contattare un Centro Anti Veleni

Nome Commerciale:

Ammonio cloruro 10 ml (galenico industriale).

Principio Attivo:

Ammonio cloruro

Formula Chimica:

NH4Cl

Forma Farmaceutica:

Galenico industriale di soluzione per infusione sterile apirogena , fiale da 10 ml contenenti 1,6 gr di ammonio cloruro.

Classificazione IPCS:

Di uso comune, disponibile entro due ore (2B).

Indicazioni Terapeutiche:

- Acidificante sistemico in pazienti con alcalosi metabolica e nelle ipocloremie. - Acidificante delle urine.

Farmacocinetica:

Viene rapidamente assorbito per via endovenosa e convertito in ione ammonio (NH4-) e ione cloro (Cl-), con diminuzione del pH ed aumento dell’acidosi sistemica e urinaria.

Meccanismo d'Azione:

Agisce competitivamente a livello renale con meccanismo d’azione acido-base acidificando le urine; la diuresi forzata acida serve per l’escrezione di composti basici (es: amfetamine).

Preparazione e Diluizione:

Diluire il contenuto di 1-2 fiale di ammonio cloruro in 500-1000 ml di cloruro di sodio 0,9% (soluzione isotonica).

Posologia:

Soluzione concentrata da non iniettare come tale ma solo dopo opportuna diluizione con soluzione fisiologica. Si somministra per via endovenosa, la velocità di somministrazione nell’adulto non deve essere superiore ai 5ml/minuto per la soluzione ricostituita. Adulti:
  • Somministrazione orale: 1-2 gr ogni 4-6 ore per un tempo non superiore ai 6 giorni, per aumentare l’acidificazione delle urine al fine di eliminare sostanze basiche come le amfetamine, si possono somministrare 4 gr ogni 2 ore.
  • Somministrazione e.v.: 1-2 fiale della soluzione ricostruita ad una velocità di 5 ml/min (equivale a 1 litro in 3 ore d’infusione).
Bambini: non raccomandazioni specifiche. Anziani: non raccomandazioni specifiche. In caso di deficit di cloruri, è necessario stabilire un dosaggio appropriato in mEq con la seguente formula: mEq di ioni cloro = deficit di cloruri (in mEq/litro) x 0,2 x peso (in Kg). Inizialmente somministrare metà della dose calcolata, determinare le condizioni del paziente prima di somministrare le dosi successive.

Note:

Una velocità d’infusione maggiore ai 5 ml/min può causare encefalopatia epatica. Durante il trattamento deve essere monitorata l’eventuale tossicità da ioni ammonio.   Antidoto non più in produzione sul territorio, eliminato dalla scorta antidoti del Centro di Riferimento Regionale Emilia Romagna ed eliminato dalla scorta antidoti dal CAV di Pavia.

Precauzioni:

non iniettare come tale ma solo dopo diluizione con soluzione fisiologica.

La soluzione può cristallizzare a basse temperature, in tal caso riportare la soluzione a temperatura ambiente in bagno di acqua.
La somministrazione rapida può causare dolore ed irritazione nella sede di iniezione, trombosi, flebiti.
In caso di sovradosaggio può provocare tossicità epatica e si può verificare un’intossicazione ammoniemica con pallore, sudorazione profusa, irregolarità del respiro, brachicardia, aritmie, convulsioni toniche, coma, in tal caso somministrare soluzioni alcalinizzanti quali bicarbonato di sodio.
-          acidosi respiratoria: da somministrare con cautela.
-          scompenso cardiaco congestizio: da somministrare con cautela.

Gravidanza ed Allattamento:

Somministrare solo in caso di effettiva necessità in quanto elevate quantità di ammonio possono causare acidosi nella madre e nel feto. Per quanto riguarda la teratogenicità si colloca nella categoria C delle “pregnancy risk categories” della FDA.

Controindicazioni:

Insufficienza renale o epatica, funzioni vitali ridotte, alcalosi metabolica. Alcalosi metabolica da vomito se associata a perdita di sodio.

Effetti Collaterali:

La somministrazione rapida può creare dolore ed irritazione nella sede d’iniezione, infezioni nella sede d’iniezione, trombosi venose o flebiti. Altri effetti che possono manifestarsi sono: febbre, aritmia e bradicardia; mal di testa, confusione mentale, disorientamento, sonnolenza, contrazioni, convulsioni, coma; irritazione gastrica, vomito, anoressia; iperventilazione, acidosi sistemica che si presenta con nausea, vomito, mal di testa, sonnolenza progressiva e iperventilazione.

Conservazione:

In contenitori ermeticamente chiusi. Non congelare.

Giacenze

Visualizza giacenza per

AUSL PARMA

Formulazione Posizione Qtà Scadenza Note Aggiornamento
ff 1.6 g/10 ml Faqrmacia Ospedale 0 04/08/2017
ff 1.6 g/10 ml Farmacia Ospedale Borgotaro 0 14/05/2018
ff 1.6 g/10 ml Pronto Soccorso 0 04/08/2017
ff 1.6 g/10 ml Pronto Soccorso Borgotaro 0 14/05/2018

Farmacisti

Silvia Borghesi
Farmacia Interna Ospedale di Vaio- Fidenza Ausl Parma
8:30 -17:00 dal lunedi al venerdi;8:30-12:30 il sabato
sborghesi@ausl.pr.it
0524 515780
0524 515453-0524 515730
Francesca Cremaschi
Farmacia Ospedale Borgotaro
lun-ven: 8,30-14,00; 15,00-17,00 sab: 8,30-12,30
fcremaschi@ausl.pr.it
0525/970233
0525/970281

Medici

Vittorio D'Alessandro
U.O. Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza
vdalessandro@ausl.pr.it
0524.515218

AUSL ROMAGNA

OSPEDALE "MORGAGNI-PIERANTONI" FORLI'

Formulazione Posizione Qtà Scadenza Note Aggiornamento
ff 1.6 g/10 ml FARMACIA 10 05/11/2016

Farmacisti

Gianfranco Ravaglia
U.O. ASSISTENZA FARMACEUTICA AREA OSPEDALIERA
8.30 - 16.30 mediamente dal lunedì al venerdì
gianfranco.ravaglia@auslromagna.it
0543-731129 / 731424, 731291, 731321
0543-738608 / 738609
0543-731350 / 731370, 731539
TUTTI I GIORNI
H24
I 3 NUMERI H24 SONO RIFERITI AL CENTRALINO EMERGENZE ED ALLA PORTINERIA CHE POSSO ATTIVARE H24 IL FARMACISTA REPERIBILE

Medici

Roberto Todeschini
rotodeschini@yahoo.it
3289340022

OSPEDALE "INFERMI" RIMINI

Formulazione Posizione Qtà Scadenza Note Aggiornamento
ff 1.6 g/10 ml Pronto Soccorso Ospedale Rimini 0 Non in produzione (Galenica S, Salf, Monico). No lista antidoti CAV Pavia 21/06/2018

Farmacisti

Elena Bagni
Farmacia Ospedaliera
lunedì-venerdì 8-17.30; sabato 8-13.30
elena.bagni@auslrn.net
0541-705560
0541-705562

Medici

Ilaria Tiraferri
Pronto Soccorso - Medicina D'Urgenza - 118
ilaria.tiraferri@auslromagna.it
3479287048

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA

Formulazione Posizione Qtà Scadenza Note Aggiornamento
ff 1.6 g/10 ml FARMACIA 0 Non più in produzione, eliminato dalla scorta antidoti CRR e dal CAV Pavia 28/12/2018
ff 1.6 g/10 ml RIANIMAZIONE 0 Non più in produzione, eliminato dalla scorta antidoti CRR e dal CAV Pavia 28/12/2018

Farmacisti

Angela Ricci Frabattista
Dipartimento di Biotecnologie Trasfusionale e di Laboratorio
8:00-17:30 dal lunedì al venerdì; 8:00-14:00 il sabato
a.riccifrabattista@ospfe.it
0532 236581 0532 236831 0532 236582
0532 238022
0532-239000
Tutti i giorni esclusi dall'orario di servizio
Tutti gli orari esclusi dall'orario di servizio
Il numero telefonico H24 è disponibile tutti i giorni durante l'apertura e chiusura del Servizio di Farmacia. Richiedere del farmacista di turno.

Medici

Roberto Zoppellari
Direttore Dipartimento Emergenza
zpr@unife.it
0532-236591
Davide Sighinolfi
Medicina D'Emergenza-Urgenza-118
d.sighinolfi@ospfe.it
333-6422660 / 339-2280004
0532-62828